Il trapianto di testa è già programmato: dicembre 2017

Ricordi quella bizzarra storia di un chirurgo italiano che era pronto per eseguire il primo trapianto di testa al mondo? Nonostante tutte le difficoltà (e la sfiducia generata), il Dr. Sergio Canavero si sente abbastanza sicuro da fissare la data in cui l'operazione avrà luogo.

Secondo Central European News, dicembre 2017 è la scadenza fissata da Canavero. È necessario tempo per finalizzare tutti i calcoli scientifici e la pianificazione delle procedure. Tuttavia, in caso di dubbi, il medico può ritardare il processo.

Il primo paziente è Valery Spiridonov, 30 anni, a cui è stata diagnosticata la malattia di Werdnig-Hoffman, un'atrofia che indebolisce la struttura muscolare di una persona ma mantiene intatta la mente. Canavero ha detto che avrebbe chiesto finanziamenti a Bill Gates per l'operazione, ma non ci sono notizie sulla risposta.

Dr. Frankenstein per davvero

La procedura dovrebbe durare fino a 36 ore. In chirurgia, la testa di Spiridonov e il corpo del donatore saranno raffreddati per rallentare la decomposizione cellulare. Le macchine manterranno il flusso sanguigno e il midollo spinale del paziente verrà rotto per adattarsi al nuovo corpo. La connessione si verifica principalmente con l'uso di iniezioni di polietilenglicole e il ragazzo può impiegare fino a un anno per riprendersi completamente.

La possibilità di fallimento dell'intervento è enorme poiché ci sono così tante variabili in gioco: il corpo può rifiutare la testa, il midollo potrebbe non adattarsi correttamente e le funzioni mentali del paziente potrebbero non essere più le stesse, tra molti altri fattori di rischio. .

Via TecMundo.