Non è la distanza tra il sole e la terra che ci fa sentire caldi o freddi

Se ricordi le lezioni di scienze a scuola, potresti aver imparato che un leggero cambiamento nella pendenza della terra può farti rabbrividire in inverno. Ma perché non essere migliaia di miglia più vicino al sole ci fa sciogliere da un tale calore? Non cambia davvero nulla in temperatura?

Bene, in realtà, la distanza tra il nostro pianeta e il sole influisce molto poco quando si tratta della temperatura che percepiamo, poiché ciò che influenza davvero il caldo o il freddo è l'angolo di inclinazione del nostro pianeta. Non capisci? Calmati, spieghiamo.

1

Se la luce solare colpisce il pianeta a 90 gradi, la Terra riceve i raggi il più direttamente possibile, in modo che il calore raggiunga il Tropico del Capricorno. La regione di quell'area ha quindi luce diretta, il che significa che i luoghi più lontani ricevono calore più debole.

La nostra distanza farebbe la differenza se il sole riscaldasse il nostro pianeta attraverso la convezione, un processo in cui l'aria è il calore che porta il calore all'obiettivo - proprio come, in effetti, ciò che accade nel tuo forno. Tuttavia, poiché lo spazio è puro vuoto, i raggi del sole raggiungono la Terra mediante onde elettromagnetiche, che funzionano in modo leggermente diverso. In tal caso, queste onde portano energia che riscalda le molecole nell'aria e sulla terra - invece di essere calde quando arrivano e semplicemente trasferendo calore.

2

Poiché il sole si trova a circa 149 milioni di chilometri dal nostro pianeta, la temperatura delle radiazioni può cambiare, ma non fa ancora differenza per noi. Ma più forte è la luce solare, maggiore è l'energia che trasporta. Quindi ciò che conta è l'intensità dei raggi del sole, non la nostra vicinanza o distanza dal Sole. In tal caso, immagina quanto sarebbe difficile sopportare gli inverni!