Scopri la storia dell'uomo che ha alzato la mano per oltre 45 anni

Un giorno del 1973, l'indiano Sadhu Amar Bharati era a disagio nel vivere una buona classe media in un paese con la maggioranza dei poveri. Un devoto di Shiva, uno dei tanti dei indù, Sadhu lasciò il lavoro, sua moglie e tre figli e abdicò beni materiali in onore della sua divinità.

Visse per tre anni come un mendicante, a seconda della carità da mangiare e portando con sé solo un tridente di metallo noto come la trishula - uno strumento usato da Shiva per distruggere l'ignoranza dell'uomo.

Ma Sadhu Amar non era soddisfatto - o pensava che Shiva non lo sarebbe - e decise di fare appello a qualcosa di più radicale: alzò il braccio destro verso il cielo e non lo abbassò più - cosa normale!

Fonte immagine: Rediff News

L'amore non lo ha fatto solo per il bene di Shiva. Ha detto ai giornalisti che il suo atteggiamento era una protesta per la pace nel mondo. Da quel giorno, ha sperimentato il tipico intorpidimento e formicolio che ogni uomo sente in un braccio mentre cucchiaia con la sua ragazza.

Tuttavia, ha sopportato il dolore e il disagio che, secondo i suoi rapporti, sono diminuiti nel tempo e il suo braccio era già eretto senza alcuno sforzo. I muscoli del braccio si sono atrofizzati e c'è stata calcificazione nelle articolazioni, oltre a una notevole differenza dimensionale dal braccio sinistro: l'arto eretico.

Amar non si è nemmeno tagliato le unghie alla mano destra, da quando ha sollevato il braccio, poiché avrebbe dovuto abbassarlo per ottenerlo. Da allora le sue unghie sono cresciute, arricciandosi in una bizzarra spirale fuori dalle sue dita e invidiando la bara Joe.

Avere paura

Fonte immagine: Yahoo News

Mentre questo può sembrare assurdo per la mentalità occidentale, gli indiani sono abituati ai religiosi che si sacrificano in nome delle loro divinità e sono molto apprezzati dalla comunità, che li premia con il riconoscimento per atteggiamenti bizzarri ma pacifici.

Sadhu Amar Bharati è considerato dai seguaci di Shiva un uomo santo, che ha rinunciato al lusso e ai comfort materiali in onore del suo dio. Ha sollevato seguaci che hanno anche sollevato un braccio, tra cui alcuni che li tengono su per 10 anni.