Aumenta il bilancio delle vittime per i vapori adulterati negli Stati Uniti

Vape, noto anche in Brasile come vaporizzatore o sigaretta elettronica, è collegato a una serie di morti recenti negli Stati Uniti. Ciò che è stato classificato come "epidemia" ha causato circa 23 morti e altri 1.300 casi di danno polmonare.

Il numero crescente di persone colpite dal danno da vaporizzazione ha preoccupato i funzionari statunitensi poiché il dispositivo è ampiamente utilizzato sia per l'uso di cannabis che di nicotina.

Possibili cause e sintomi

Non ci sono dettagli sulle cause e nessun dispositivo o sostanza specifica è stata ritenuta responsabile. I ricercatori hanno una possibile connessione con l'acetato di vitamina E presente nei prodotti a base di cannabis con THC per i vapori. Tuttavia, non tutte le vittime hanno riferito di utilizzare questo tipo di prodotto.

Le vittime hanno una malattia simile alla polmonite batterica o virale. Difficoltà respiratorie, dolori polmonari, febbre e tosse sono alcuni dei sintomi presentati. La velocità della malattia e il prolungamento del danno sono tra le caratteristiche osservate dai medici.

Oltre all'acetato e alla nicotina, ci sono altre sostanze potenzialmente cancerogene e dannose nei liquidi spray aromatizzati. Uno è il diacetile, che è legato ad alcuni sapori, che causa la bronchiolite.

(Fonte: Pixabay)

Lo svapo

Il dispositivo funziona riscaldando il materiale o il liquido da consumare, consentendo l'inalazione. Nel caso di materiali solidi, c'è una piccola camera chiamata atomizzatore, dove si verifica la frammentazione del materiale. Una batteria interna fornisce la potenza necessaria per il processo.

Il commercio e la pubblicità di vaporizzatori sono illegali in Brasile. L'uso, a sua volta, non è proibito. Non è difficile trovare il dispositivo e altri prodotti correlati nei negozi specializzati o su Internet.

Poiché non è regolamentato, non vi è alcun controllo sui prodotti venduti nel paese. Negli Stati Uniti, il governo degli Stati Uniti ha rinviato l'attuazione delle norme e delle ispezioni sul mercato dei vapori, che dovrebbero iniziare a svolgersi solo dal 2022.