L'attore vuole salvare la cugina lesbica forzata in "ritiro antigay"

L'attore di Supergirl Jeremy Jordan ha usato il suo profilo Facebook per condividere un dramma familiare: sua cugina Sarah è stata forzatamente internata in un campo per "smettere" di essere lesbica. Il ritiro cristiano è in Texas e dura un anno, in cui i detenuti non hanno comunicazioni con il mondo esterno.

Jordan ha creato una sorta di gattino online per raccogliere fondi per pagare le spese degli avvocati assunti per recuperare suo cugino dal campo forzato - la ragazza ha 17 anni. Secondo l'attore, è stata ricoverata in ospedale dai suoi stessi genitori dopo averli sfidati mentre ballava con la sua ragazza al ballo del liceo. Il costo del tribunale sarebbe di circa $ 100.000 e $ 61.000 sono stati raccolti in soli 4 giorni.

La campagna mira a salvare Sarah dai religiosi fondamentalisti

"Non riesco a credere che persone belle, intelligenti e fantastiche come mia cugina Sarah debbano ancora convivere con l'idea che essere gay sia sbagliato", ha scritto l'attore. "Prendiamo posizione e aiutiamo a liberare questa meravigliosa signorina e diamo il bentornato in un mondo di amore e accettazione", ha aggiunto. La legge del Texas consente ai genitori di trattenere obbligatoriamente i propri figli in tali istituti fino a quando non hanno compiuto 18 anni. Sarah, tuttavia, avrebbe tentato di scappare, sfortunatamente, senza successo.

Come descritto da Jordan, non solo questo tipo di terapia non funziona, ma può essere molto dannoso per la salute mentale di coloro che lo subiscono. Qui a Mega Curioso abbiamo già spiegato come funzionerebbe la "guarigione gay". "Invece di essere circondata da amici che la amano e la supportano per essere quello che è, Sarah è isolata in un luogo in cui il suo essere lesbica è trattato come peccato e malattia", ha detto l'attore.

L'attore non è contento dell'internamento forzato di suo cugino